Buon design

Buon design

Biciclette pieghevoli ne sono state fatte molte, molte ancora sono in fase di sviluppo. Nessuna, ancora, mi sembra aver superato la Strida in funzionalità. Le ridottissime dimensioni di altre pieghevoli sono ottenute eseguendo lunghe e complicate operazioni di smontaggio, ripiegamento, rotazione. I 4 secondi necessari per ripiegare la Strida, che diventa come un ombrello o un passeggino per bimbi, lasciano stupiti, ma sono soprattutto fondamentali per saltare di corsa su un treno, tenerla accanto, anche stando in piedi.

Le pieghevoli usano meccanismi eccessivamente complessi a scapito dell’estetica, questa è una funzione fondamentale per una bici. La pieghevole la si sceglie come un abito. Brompton promuove la customizzazione permettendo la scelta di accessori e colore del telaio. Una massa amorfa di di staffe, bracci, fresati dal pieno, tiranti, non ha nulla a che vedere con l’eleganza di una Laser Cinelli o una vecchia Peugeot. La Strida, pur non essendo proprio disegnata da uno stilista, ha un meccanismo semplice e funzionale, è pulita.

La Strida, di Mark Andrew Sanders, continua ad essere una delle idee che mi sarebbe piaciuto avere, da quando la incrociai sul numero 764 di Domus, di ottobre 1994!

Informazioni su ettschioppa

Architect Designer
Immagine | Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...